Numero emergenze 347 2366562

SPURGHI CUNARDO

Chiedi subito un pronto intervento!
Tel: 347 2366562

Ecco perchè telefonarci subito

TI CONVIENE

Non paghi mai i costi di trasferta in tutta la provincia nord di Varese.
Guarda la mappa

Ti raggiungiamo ovunque: all'ultimo piano, nel centro storico, in zone di montagna.

Siamo veloci e precisi: mezzora di intervento per risolvere i problemi.
Tel: 347 2366562

Applichiamo le tariffe più basse in assoluto, risparmi in media il 50%.

DA OLTRE 25 ANNI A CUNARDO

La Puliscarico anche a Cunardo e dintorni. Garantisce l'accesso alla zona in ogni situazione grazie ai vari mezzi appositi di cui sono forniti.

Si effettuano:

SPURGHI FOGNA ABITAZIONI
SPURGHI FOGNA CONDOMINIALE
SPURGHI FOGNARI ENTI PUBBLICI


Grazie alla nostra Attrezzatura specializzata possiamo offrire il servizio di pulizia di esterni, tra cui la possibilità di rinnovare monumenti di qualsiasi tipo, con le nostre atrezzature potenti ma delicate potremo riportare al loro splendore i monumenti nelle piazze e nei parchi della zona.


Le zone di montagna e le valli Luinesi non sono un ostacolo per noi: I nostri mezzi appositi ci permettono di raggiungervi dovunque, a prezzi modici e senza alcun costo di trasferta.
Contattateci subito per un preventivo e ricordate che siamo operativi 24 ore su 24!

Servizio garantito nelle località di:

Cunardo, Ferrera di Varese, Rancio Valcuvia, Masciago Primo, Cugliate-Fabiasco, Marchirolo, Ghirla, Boarezzo, Ganna, Cuvio, Cittiglio, Gemonio, Laveno Mombello, Ispra, Angera, Brebbia, Cadrezzate, Ternate.

Chiedi subito un preventivo per un pronto intervento:
sempre a prezzi modici e senza costi di trasferta!

Tel: 347 2366562

Curiosità sul nostro territorio

Cunardo:

Cunardo è posto ai piedi dei Monti di Castelvecchio (così detti dal nome di una fortificazione costruita secondo la tradizione dai Longobardi nel 700 d.C.) e alla confluenza di quattro valli prealpine: Valganna, Valmarchirolo, Valtravaglia e Valcuvia; si eleva a circa 450 metri di altitudine (Municipio). Nel sottosuolo si ramificano le grotte chiamata “Orrido di Cunardo”, create dal torrente Margorabbia: tale complesso carsico è una vera rarità nell’Italia settentrionale ed è l’unico esempio in Lombardia di traforo naturale di un corso d’acqua quasi totalmente superficiale.

Monumenti e luoghi di interesse culturale:

Cunardo è famoso per la lavorazione delle ceramiche che vanta tradizioni antichissime, pare infatti che l’inizio della produzione risalga al tempo dell’imperatore Tiberio.
Le ceramiche cunardesi sono note in particolare per il tipico “blu Cunardo”, colore utilizzato per dipingere le più belle ceramiche locali e di cui solo i maestri cunardesi conoscevano il segreto della produzione.
Oggi, oltre alla produzione artigianale "Di Nino", sono ancora attive a Cunardo le Fornaci Ibis, che dagli anni ’60 è luogo di incontro per artisti di livello mondiale, tra i quali Guttuso, Fontana, Milani, Frattini, Ortelli, Arp, Schumacher, Yamagata, Richter, Nes Lerpa, Parisi, Pozzi, Botta.
Anche Piero Chiara veniva a dilettarsi alle Fornaci, quando terminava di scrivere un libro veniva qui a dipingerne la copertina.

Ma i tesori cunardesi non terminano qui.
A Cunardo vi sono anche due chiese. La chiesa della Beata Vergine del Rosario, amatissima dai Cunardesi è destinata alla devozione fin dal 1300. Sulla parete esterna del pronao è dipinto l’affresco della Madonna delle Grazie o delle Rose. L’opera, che raffigura la Vergine con in braccio il Bambino, fu eseguita dal professor Valli di Brebbia nel 1940.
La chiesa parrocchiale di Sant’Abbondio, in stile tardo barocco, fu costruita sullo stesso luogo dove sorgevano edifici di culto precedenti e fu consacrata nel 1779. La tradizione vuole che nella costruzione sia stato utilizzato il materiale del vecchio castello da tempo abbandonato. All’interno vi sono affreschi di Alessandro Valdani da Chiasso e l’organo costruito nel 1833 dagli organisti Arioli & Franzetti, usato regolarmente durante la liturgia per sostenere il canto della corale parrocchiale.
Al centro del paese si apre la bellissima piazza IV Novembre, con la “Vittoria alata”, il monumento ai caduti cunardesi delle due guerre. L’opera è stata realizzata negli Stati Uniti dallo scultore locale J. G. Sassi. Il marmo, il bronzo e la modella sono americani e questo è uno dei pochi monumenti in Italia realizzato con marmo statunitense.
Cunardo è attraversata anche da un tratto della Linea Cadorna, il sistema di fortificazioni costruito lungo il confine italo-svizzero durante la Prima Guerra Mondiale, ma mai utilizzato.
Numerose sono inoltre le cappelle votive e gli affreschi sulle facciate delle vecchie case che si possono trovare passeggiando nel paese. In particolare vi sono due affreschi del pittore locale Antonio da Tradate, attivo lungo le sponde del Lago Maggiore e le valli ticinesi tra la fine del XV secolo e l'inizio del XVI secolo. Sono la “Madonna in trono”, nella frazione di Raglio e la “Pietà” in via Vaccarossi.
Sulle facciate delle case più vecchie, si possono trovare anche diversi motti fascisti risalenti agli anni ’30.

Orrido di Cunardo:

L’orrido di Cunardo è un complesso carsico costituito da un labirinto di gallerie e grotte scavate dal torrente Margorabbia. Qui l’acqua ha traforato le rocce, formando delle caverne che si susseguono per circa mezzo chilometro, dando vita ad una vera rarità nell’Italia settentrionale e all’unico esempio in Lombardia di traforo naturale di un corso d’acqua quasi totalmente superficiale.
L’orrido di Cunardo è stato visitato numerose volte da esperti e da speleologi e al suo interno sono stati ritrovati anche alcuni frammenti di ceramica risalenti all’età romana.
L’ambiente è stato oggetto di recenti interventi di risanamento da parte della Protezione Civile, della Pro Loco, del Comune di Cunardo e della ex Comunità Montana Valganna, in modo da renderlo parzialmente accessibile ai turisti, anche se l’ingresso nella parte interna, data la pericolosità del percorso, è riservato agli specialisti.
L’Orrido è raggiungibile dalla provinciale che collega Cunardo con Ferrera, attraverso un sentiero che in pochi minuti porta direttamente alla prima galleria.

Chiedi subito un preventivo per un pronto intervento:
sempre a prezzi modici e senza costi di trasferta!

Tel: 347 2366562

TORNA INDIETRO